Dedicato alla memoria di Maurizio Di Paola, grande uomo, grande lavoratore e amorevole padre di famiglia.

lunedì 8 settembre 2014

Recensione sulle sculture di Francesco Giglia


Opere senza tempo, senza il minimo bisogno di equilibrio, ma essenzialmente alla ricerca continua di esso.
Questo è quello che trasmettono le sculture di Francesco Giglia. Questo è il messaggio nascosto?
La comunicazione, con lo sguardo degli astanti, è palese. Si potrebbe dire che questo è il compito della scultura, ma non è sempre così, nel caso preso in esame le curve sembrano vivere in uno dimensione spaziale parallela, sembrano invitare la mente alla sintonizzazione di una musica quasi impercettibile delle sfere.
L’artista ricerca materiali sempre più prossimi al suo animo, per dialogare con essi, comporre la materia e averne un contatto tattile. Perché altri possano poi, a loro volta, creare un contatto visivo e rimanere estasiati da cotanta sensualità e sensibilità.
Il richiamo è alla maternità, alla perfezione fisica di un corpo femminile, alla sua grazia, al suo essere portatrice di vita e fecondità.
La sinusoide è un calcolo mentale, la sinuosità di queste opere è un’operazione mentale culturale e artistica dell’anima. 

GESTAZIONE
Terracotta- marmo 1985
altezza 50 cm
GUIZZANDO...PRECIPITAI VERSO IL CIELO.alabastro siciliano 2011

SE NON HAI ALI...NON PUOI SOGNARE. marmo rosa del Portogallo 2014